venerdì 6 marzo 2009

Pappardelle stracchino e speck


E’ finita (trallallà) un’ altra settimana!!! Non particolarmente pesante ma luuuunga, domani mi rientra il figlio dalle fredde terre irlandesi (fiuuuuu, è andata!!), domani sera degno comitato di accoglienza a Fiumicino con tanto di lacrimuccia che ci è scappata anche alla partenza:) perché non so se a voi succede quando i figli sono via, ma io sono stata in apnea, in ansia e tormentata da mille paure. Meno male che alcuni amichetti possessori di blogghe mi hanno fatto tanta compagnia, con divertenti scambi di mail e cavolate amene. Tra l’altro mi sono pure dovuta sorbire una cena di lavoro in un noto ristorante romano con tanto di menù a più portate (e questo va pure bene), ma va meno bene quando ci si trattiene a chiacchierare e “bevi tu che bevo anch’io” “un altro caffettino?” “una praline?” ed ecco che si fa notte, togliendo tempo al prezioso sonno riparatore di cui necessito per campà (8-9 ore:)) col risultato che oggi sono stralunata e assonnata, avete presente la sensazione di avere ovatta nella testa??? Proprio quella là!! Vi lascio al vostro weekend con un piatto di pappardelle saporitissime assaggiate in un ristorante sabato scorso e modificate secondo i miei gusti. Del resto quando si va a fare un giretto nella locanda in Umbria che ospiterà a breve un gruppo di scalmanati food blogger male intenzionati, ci si stanca molto e si consumano energie per chiedere, vedere, verificare “ Ma come siamo messi a piatti e posate?” “ Ma il frigo è capiente e la lavastoviglie?” “ No perché noi abbiamo intenzioni serissime e suicide, dobbiamo affettare, friggere, sminuzzare, impastate e mangiareeeee!” Dopo tanto impegno è necessario rinfrancarsi sedendosi con le gambe sotto il tavolo in uno di quei posticini di campagna in cui ci si imbatte per caso a Lubriano, la trattoria in questione si chiama Vecchio Mulino e davvero merita una visita in caso vi trovaste da quelle parti, posticino un po’ defilato, con locali piccoli e accoglienti, materie prime di qualità e last but not least, rapporto qualità/prezzo eccellente. La ricetta del ristorante prevedeva anche del radicchio tagliato a julienne, che io ho omesso.

Ecco come si fanno:
300 gr di pappardelle all’uovo
250 gr di stracchino morbido e filante
70 gr di speck
mezzo bicchiere di latte
sale
parmigiano
Mettere a bollire l’acqua e nel frattempo sciogliere in una padella lo stracchino con un po’ di latte, aggiungere dello speck tagliato a striscioline e del parmigiano che si dovrà sciogliere. In un padellino antiaderente fare abbrustolire dell’altro speck a striscioline che diventerà croccante.
Quando l’acqua bolle fare cuocere le pappardelle, scolarle e mantecarle con la salsa di stracchino, e con un altro po’ di parmigiano. Impiattare e cospargerle di straccetti di speck croccante per l’effetto crunch (e vabbè sono una Gambero Rosso addicted!)

19 commenti:

dolci a ...gogo!!! ha detto...

che delizia queste pappardelle avranno un profumo fantastico!!bacioni imma

Mary ha detto...

che bella ricetta molto saporita !

Rossa di Sera ha detto...

Ma povero tesoro, tutta stanca e esaurita...
Meno male che nel frattempo ci si diverte, eh?..
Mi sembra buonissima la pasta, però voglio mettere anche il radicchio, si!
Paola, passa da me che ti do i compiti per casa!
Bacione!

JAJO ha detto...

"Cavolate amene" ????? RAGAZZA, forse non ti sei accorta che tra le righe volavano altri pensieri filosofici !!!! hahahahahahahaha

Mi piace molto l'accostamento stracchino/salsiccia o stracchino/speck (ma volevo provarlo sulla mia prima pizza bianca (coming soon :-D)).

Domani, appena atterrato a Fiumicino.... SANTO SUBITOOO: solo un ragazzo che può sopravvivere all'abbraccio morboso di una mamma mediterranea in pensiero costante può aspirare alla santità hehehehehe
Scherzi a parte: BENTORNATO UOMO BASSO !!!

P.s.: ma sei proprio sicura che vorranno veramente ospitarci ? hehehehe

sciopina ha detto...

vabeh..ho capito nn ci passo piu' qui....
a chi lo dici..il sonno io devo dormire almeno 10 ore..e son due giorni di fila che mi alzo alle 6.45......traumaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

Simo ha detto...

Buoneeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

JAJO ha detto...

Finalmente torna.....a come ti capisco...quante volte ho vissuto questi interminabili momenti.Vedrai che domani andrà tutto meglio, comunque,questi giorni, ti sei consolata bene con la cucina !!!!!
Baci Claudia

NICLA ha detto...

Finalmente torna.....ah come ti capisco...quante volte ho vissuto questi interminabili momenti.Vedrai che domani andrà tutto meglio, comunque,questi giorni, ti sei consolata bene con la cucina !!!!!
Baci Claudia

6 marzo 2009 21.35

Paola ha detto...

Imma: vero!!! Un profumo di affumicatino delizioso.
Mari: grazie un bacione
Giulia: si si proprio cotta!! Grazie a voi per la bella compagnia e le risate!!! Si prova col radicchio sono più particolari io non l'avevo al momento in casa. Bacione e mi preparo per i compiti!!
Jajo: in effetti i versi si sono sprecati tra il poeta, catwoman e il pesidente!! Mi avete fatto ammazzà, che ve possino!!Lui non sa domani all'aeroporto che lo aspetta, nemmemo il rossetto mi metto:)))Dopo che ce ne saremo andati non vorranno più vederci mi sa:))
Sciopina: anche tu hai bisogno di sonno per rigenerarti??? Oltre al ieri sera anche l'altra notte evevo dormito poco, domani mi sfascio a mezzogiorno!!!Bacioooo
Simo: grazie!! Bacio
Claudietta: meno male che tu mi capisci!!! In bocca al lupo per domenica:)) e la prossima cercherò di venire a salutarti e magari anche a dare una mano, anche se so' negata....un caro abbraccio

Antonella ha detto...

Cavolate?????
Ma come??? E l'angolo della poesia??? :D
Bentornato Simone!!!
Oggi mi siete mancati...amici blogghettari :D
Buonissime le tue pappardelle ;-9

JAJO ha detto...

ZUM PARAPARAPAPA' ZUM PARAPAPPA' ZUM ZUM ZUM
Bentornato Simoneeee !!! Pure la banda ad accoglierti a Fiumicino ^_^
Oddio... ma chi è quella pazza, bionda e senza rossetto, che ti corre dietro cercando di baciarti a raffica e stritolarti !?!?!?! SCAPPA SIMOOOO' !!!!!
hahahahahaha

A Simone, bentornato,
una banda ho regalato.
Co' er Principe e mammà
t'aspettamo pe' bacia'.

Lucciconi e pizzo 'n mano
aspettamo l'aeroplano
e quando scende 'sto figliolo
sventolamo er tovagliolo!

Dopo presi li bagagli
co' le trombe e li sonagli
tutta la comunità
va felice a banchetta' !!!

E PURE OGGI T'HO SCRITTO CAVOLATE, TIE' !!! hahahahahaha

Antonella ha detto...

Della zeppola non v'è traccia........
povero Simone......ancora lo abbraccia!!! :D

Anche io ho svolto il mio compitino ;)))

Sbaciucchi

Paola ha detto...

Jajo e Anto: voi siete maggggici!!!!Due talenti sprecati!!!!!Sto ridendo da un'ora!!

Giò ha detto...

ricetta molto gustosa, sarà ..ma appena vedo lo speck vado in brodo di giuggiole!

manu e silvia ha detto...

Noi abbiamo provato con il mascarpone..ma lo stracchino dev'essere pure più leggero..da provare sicuramente!
bacioi

JAJO ha detto...

Hai detto bene: SPRECATI !!! hahahahahahahaha

Beh? E' tornato dimagrito il ragazzo? Emaciato? Febbricitante? E LASCIALOOOOOOOO!!!!! hehehehehe

P.s.: auguri a tutte le ragazze :-D

Pippi ha detto...

bhè che dire!???? mi ci tuffereiiiiiii dentro quel piatto!
guarda che ti aspetto con lo strudel ok? ehhehe
a presto Pippi

Mirtilla ha detto...

una gran bel piatto!!!
a quest'ora poi...

Ross ha detto...

Paolè, come ti capisco... se non dormo otto ore e poi faccio una colazione da carrettiere... non "funziona" la baracca... Splendide le tue pappardelle. Ti abbraccio, a presto.