lunedì 31 maggio 2010

Erbazzone (di Laura Ravaioli)

Che settimana quella appena trascorsa! Tutto concentrato in sei giorni, di cibo, incontri, corsi, conclusa con una bella mostra insieme a due amici anche loro reduci dalla folle settimana magereccia:)) Abbiamo cominciato con il corso di Antonio Chiappini, proseguito con il corso di Maurizio Santin, cenato al VLounge con i due amici di cui sopra e con lei e consorte, teminato con Caravaggio, può bastare? Diciamo che ieri ho dormito per ricaricarmi e digiunato perchè voglio bene al mio fegato, che ormai non c'ho più l'età per tanti impegni:)) La ricetta che posto oggi viene dritta dritta da Laura Ravaioli che seguo appena posso nel suo programma sul Gambero. Mi è piaciuta molto e l'ho portata ad un pic nic organizzato a maggio con gli amichetti di sempre:)



Ecco come si fa:
Dose per una teglia di 24 cm di diametro:
Per la pasta:
250 gr di farina
50 gr di strutto
150 gr di latte
un cucchiaino raso di sale

Per il ripieno:
1 kg di bieta
150 gr di pancetta affumicata a dadini
2 cipollotti freschi
1 uovo
parmigiano grattugiato
olio extra
Preparare la pasta impastando tutti gli ingredienti e lasciare riposare. Cuocere le biete immergendole in poca acqua bollente poco salata. Scolarle bene e tritarle grossolanamente con un coltello. In una padella fare rosolare i cipollotti in olio, aggiungere la pancetta, dopo un po' aggiungere anche la bieta a questo punto verificare il sale e decidere e aggiungerne altro. Mettere a raffreddare, cospargere con abbondante parmigiano e mantecare con l'uovo sbattuto.
Dividere la pasta tenendone 3/4 per il fondo e 1/4 per la copertura.
Stendere la parte per il fondo e rivestire la teglia anche lungo i bordi, versare tutto il ripieno, coprire con la restante pasta stesa. richiudere con i bordi e bucherellarla per fare uscire il vapore in cottura. Infornare in forno caldo a 180° per 35-40 min. Mangiare tiepida o fredda.

9 commenti:

JAJO ha detto...

E si, da un paio d'anni maggio è "il nostro mese" :-D
Temo per maggio 2011 hehehehehehe
Bello tutto: mostra, corsi e mangiate, però anche io ora metto il fegato un po' a riposo :-D

manuela e silvia ha detto...

Ciao! non lo abbiamo mai fatto, ma ci piace per la semplicità della pasta ed un ripieno gustoso!
da provare insomma!
baci baci

Dolce D. ha detto...

mamma mia che buono!

Alessia ha detto...

Erbazzone? Per una che lavora a Reggio Emilia il commento è immancabile...
;-)
E poi ti invidio un sacco per la mostra, anche a me piacerebbe andare a vedere Caravaggio, ma non abitando a Roma, devo un po' organizzarmi..

intanto però ti auguro buon weekend
A.

Alessandra ha detto...

Ciao!ci siamo conosciute al corso di Antonio Chiappini. Ci tenevo a farti i complimenti per il blog, mi piace assai :-)
Se ti va passa a farmi un saluto.
A presto,
Alessandra
http://lamoradigelso.blogspot.com/

Lefrancbuveur ha detto...

ebbrava!

Luca and Sabrina ha detto...

Grazie Paola, stiamo passando un momento terribile, il dolore è forte, è vivo, è a tratti insopportabile, ma devo e dobbiamo farci forza e ritornare anche a sorridere per quanto adesso è una parola che mi sembra di non conoscere. Io ci credo, Luca ci crede e ti farò ridere, anche il mio ginecologo ci crede, quindi mi rimetterò in piedi.
Grazie di cuore, passa una buona giornata!
Sabrina&Luca

Giulia ha detto...

Paola, ma che avete combinato mentre stavo fuori?!! Ahi-ahi-ahi!
Niente foto dall'ambasciata, per una volta ho fatto l'ospite e non il reporter! :-))
Un bacione

dada ha detto...

Buonissimo!!!!!! Grazie!!!!!!!;)