venerdì 21 gennaio 2011

Crepes, ricetta francese

Le ho sempre adorate sia dolci che salate, si preparano in poco tempo, utili infatti se all'ultimo minuto manca il dessert o qualcuno in casa ti chiede "un dolcetto". Ho provato a farle spesso dolci, ma a volte erano secche, a volte troppo burrose, a volte le prime messe nel padellino si rompevano irrimediabilmente. Poi succede che vai a Nizza, dormi in un B&B nel cuore della città vecchia, un posticino intimo e accogliente, poche stanze molto carine, una padrona di casa gentile e disponibile, una saletta per la colazione dei pochi ospiti e basta. Non adatto a chi desidera soggiornare nell'albergone con 500 stanze, con suites, saloni e terrazze, ma anche caro da ammazzarti. La proprietaria ci chiede la sera dell'arrivo se desideriamo la colazione in camera, cosa che in genere fanno spesso in questo tipo di alloggi. Eccerto che si! Io amo impigrirmi in pigiama trastullandomi tra croissant e caffellatte, della serie non mi chiedete di andare a fare la colazione al bar, perchè non mi piace. La mattina all'ora stabilita, ecco che ti arriva un stanza un bel vassoio pieno tante cose deliziose, tra cui un piatto di crepes calde! Buone, umide, non troppo dolci, spalmate di marmellata e ripiegate per essere addentate. Finalmente ho trovato la ricetta che cercavo, il giorno della partenza la chiedo alla signora, che mi fornisce senza indugi. Grazie Madam Marion!
Ecco come si fanno:
600 ml di latte
3 uova
250 gr di farina
3 cucchiai rasi di zucchero

burro per la padella
Mettere la farina in una ciotola capiente, versarvi al centro le uova leggermente sbattute, aggiungere il latte a filo, mescolare bene con una frusta a mano, afggiungere lo zucchero. Fare riposare un'ora la pastella a temperatura ambiente. Riscaldare un padellino antiaderente di circa 20 cm di diametro, ungerlo con pochissimo burro. Prendere la pastella, mescolarla bene con la frusta e iniziare a preparere le crepes una ad una, versando un pestolo di pastella per volta, muovendo la padella per farla spandere per bene. Lasciare dorare poi girarla dall'altro lato facendola dorare anche lì. Proseguire fino ad esaurimento della pastella. Servire calde con marmellate, miele (come ho fatto io), cioccolata fusa o anche solo con panna montata e frutta fresca.

11 commenti:

clamilla ha detto...

Ciao, sono Martina e vorrei invitarti, se ti fa piacere, a partecipare ad una bella raccolta di menù tradizionali italiani che il sito Giallo Zafferano ha organizzato in occasione dei 150 anni della nostra madre patria.
Trovi il regolamento qui:
http://forum.giallozafferano.it/buon-compleanno-signora-italia/
Naturalmente se pensi di avere già postato sul tuo blog delle ricette che ritieni adatte alla raccolta, puoi tranquillamente partecipare con queste.
Se vuoi chiarimenti, scrivimi pure a martina.spinaci@giallozafferano.it sarò lietissima di consigliarti o guidarti passo, passo.
Un caro saluto
Martina

raffy ha detto...

quanto le mangerei volentieri... bravissima...

Ady ha detto...

Ciao pigrona :DD
A chi non piace far la colazione a letto e poi con le crepes, buone!
Un bacione e buon we

Claudia ha detto...

Anche io adoro le crepes, ma come te ho sempre avuto il problema di essere incappata in ricette che lasciavano molto a desiderare...però se tu dici che queste sono perfette...beh, ti rubo subito la ricetta! ;-)

elsa ha detto...

ciao, sono la creatrice dei siti www.dolci-ricette.com e www.ricette-cucina-ricette.com e mi piacerebbe fare uno scambio links con il tuo sito. aspetto tue notizie ti saluto e ti ringrazio tanto

elsa ha detto...

dimenticavo, puoi contattarmi al mio indirizzo eglebebo@gmail.com. grazie e buona serata...

JAJO ha detto...

Meno male non sono potuto venire: altrimenti chi ci risaliva sull'aereo ?!? hahahaha

NICLA ha detto...

queste crepes vanno assaggiate prima possibile ....la foto rende l'idea della loro bontà......ah la colazione a letto quanto tempo che non la faccio....una vita.baci claudia

Lefrancbuveur ha detto...

ah le crepes...

Heidi ha detto...

sai che neanche a me piace andare a far colazione al bar? ne quando sono via per lavoro con mio marito (magari al bar dell'hotel con il buffet e ne comunque nei w-e o nei giorni feriali; mi sà di sciatto! la colazione per me si deve fare in intimità e con tranquillità, e magari a letto d'inverno leggendo i propri quotidiani preferiti e d'estate all'aperto in giardino!!
complimenti per le crepes!

lory ha detto...

Ciao! Volevo lasciarti i miei complimenti per il tuo bellissimo blog.... io sono una neofita di questo mondo che mi affascina non poco ma ho ancora tanto da imparare.... e sarei davvero onorata se andassi a curiosare quel poco che ho postato io e magari se mi lasciassi anche qualche commento, consiglio...ne ho proprio bisogno.... Nel frattempo io ti seguirò con molto piacere! Buona cucina!
loretta